Altro che primavere

Arabia, un mondo senza ordine

Giulio Sapelli

Istantanee, Libri

2,99€

Amazon.it | Apple iBookstore | Bookrepublic | Cubolibri | Ultima Books

Descrizione

Con il testo integrale della nuova Costituzione egiziana e un articolo di Thomas L. Friedman.

«Se Bashar al-Assad crollerà in Siria sarà un disastro incalcolabile per la proliferazione bellica e terroristica che ne seguirà. Altro che primavere: saranno orridi inverni». La disgregazione dei regimi laici e autoritari del Nordafrica non ha portato niente di buono. Questa è la tesi che l’economista visionario Giulio Sapelli discute in questo nuovo ebook dedicato al mondo arabo alla luce degli avvenimenti più recenti che hanno riguardato in particolare l’area nordafricana.

Questo testo, che richiede al lettore un’ora del suo tempo, esamina da un punto di vista strategico globale quello che sta avvenendo alle porte di casa nostra, cioè nel Mediterraneo che è il bacino naturale dell’Italia. Ebbene quello che sta accadendo, secondo Sapelli, non è per niente confortante e, al di là della cartolina illustrata di piazza Tahrir, ci attende una stagione più torrida e infuocata anche per la miopia degli Stati Uniti e dell’Europa che hanno isolato la Russia che storicamente ha svolto un’azione mediatrice.

Ancora una volta l’autore sostiene una tesi fuori dal coro che ha lo scopo di far riflettere il lettore sul significato profondo e duraturo di certi avvenimenti finalmente inseriti nella loro dimensione storica, una dimensione completamente smarrita nel dibattito attuale.

Cosa dobbiamo fare per rimettere a posto la situazione? Occorre tornare con la macchina del tempo a Vestfalia, alla soluzione cioè che riportò l’equilibrio in Europa dopo la guerra dei Trenta anni. Non perdete questa nuova narrazione, flusso di coscienza, di Giulio Sapelli. Completa l’ebook un ricco apparato di cartine e di dati, per la gioia di coloro che vogliono ancora vedere.

 

Autore

Giulio Sapelli, Professore ordinario di Storia economica all’Università degli Studi di Milano ed editorialista del Corriere della Sera, è una delle voci più indipendenti, originali e fuori dal coro tra gli economisti italiani. Intellettuale poliedrico combina storia, filosofia, sociologia e cultura umanista in uno stile personalissimo e pregnante.

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn