Oscar Bartoli

Mezzogiorno di fuoco

Oscar Bartoli, direttamente da Washington DC, con il suo stile schietto e corrosivo di reporter indipendente che conosce e ama l’America quanto l’Italia, ricostruisce lo scenario del cruento duello presidenziale alla Mezzogiorno di fuoco, ripercorrendo le tappe della campagna elettorale e delineando i profili dei duellanti.
Lodovico Festa e Giulio Sapelli

I cento giorni di Hollande

I primi cento giorni di Hollande descrivono la parabola del socialismo europeo, inquadrata puntualmente da Lodovico Festa e Giulio Sapelli, che ne ripercorrono la traiettoria: dalla stagione delle “aquile”, capaci di grande politiche – come François Mitterrand o Helmut Schmidt – a quella dei “falchetti” Tony Blair e Gerhard Schröder, coraggiosi ma limitati, a quella dei “polli di batteria” – lo stesso Hollande e Zapatero – che preferiscono le frasi alle vere scelte.
Giulio Sapelli

Chi comanda in Italia

Viene spesso da chiedersi "chi comanda in Italia?", "chi esercita il potere delle grandi decisioni?". Giulio Sapelli – economista eretico e voce fuori dal coro – cerca di rispondere a questo interrogativo alla sua maniera, scavando nelle vicende del dopoguerra e comparando la storia nazionale a quella europea e internazionale. Sociologia, scienza politica, economia, filosofia e storia sono le armi della sua indagine.
Germano Maifreda

Tragedia

Germano Maifreda, storico e scrittore, ha compiuto un viaggio nella Grecia del default il giorno delle elezioni. Da Atene a Olimpia, da Micene a Corinto, dal Mani a Monemvasia, da Sparta a Nauplia il viaggio si dipana nel passato e nel presente, nella storia e nella cronaca di una terra memorabile, nelle voci di Goethe, Keats e Thomas Mann, che raccontano un passato d'unione e fratellanza tra il nord e il sud dell'Europa.
Stefano Casertano

Germania copia & incolla

Eppure, dai tedeschi c'è molto da imparare. Perché ci fa imbestialire che l'euro abbia lavorato a loro vantaggio, ma non possiamo dimenticare che la Germania non si trova per caso nella posizione in cui sta adesso. Dietro al successo tedesco ci sono decenni di pianificazione e sacrifici, certamente non perfetti, ma tremendamente efficaci.
Giulio Sapelli

Amen!

Dopo l'Inverno di Monti, Giulio Sapelli torna sui temi della crisi e della crescita con questo nuovo graffiante testo tratto dalla sua audizione di fronte alla Commissione Bilancio della Camera.
Giulio Sapelli

Declino

Muovendo dal dibattito sul declino nei vari paesi, esaminando forme di "economia morale" intese come riappropriazione del senso, fino al concetto di "comunità" di Adriano Olivetti, Sapelli ci accompagna in un percorso che può essere essere veramente un ritorno a una crescita che abbia un senso.
Giulio Sapelli

Nella crisi del capitalismo, dall’Italia al mondo

Giulio Sapelli, uno di quegli economisti eterodossi, continua l'eterodossia convincendoci che l'unica via di uscita dalla crisi è la frugale e leggera opera di trasformazione culturale che conduce gli attori dei mercati all'autoregolazione, un percorso che prende il nome di sussidiarietà. Non vi resta che lasciarvi convincere!
Giulio Sapelli

L'inverno di Monti

Con il suo stile scabro e assonante e con incursioni insistenti nella storia italiana e in quella internazionale, continuamente intrecciate, Giulio Sapelli traccia un quadro lucido, provocante e insolito di questo ultimo e intenso capitolo della storia nazionale culminato nell'incarico a Mario Monti.