Cina. La voce del potere

I testi cruciali di Mao Zedong, Deng Xiaping, Zhao Ziyang e Xi Jinping

Niccolò Bianconi (a cura di) con un saggio di Giulio Sapelli

Pamphlet

ebook 4,99 € | cartaceo 9,99 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | MondadoriStore

ordina il tuo libro

Descrizione

Quando la Cina si sveglierà il mondo tremerà, sembra aver detto Napoleone Bonaparte. Mai previsione fu più indovinata. La Cina si è svegliata e il mondo sta tremando. E si sta interrogando sulla natura e le conseguenze del terremoto cinese. Questo libro, pensato per essere letto in un’ora di tempo, non è come gli altri libri scritti da occidentali comodamente seduti alle loro scrivanie. È un libro che fa parlare i leader cinesi, coloro che, nel bene e nel male, hanno costruito la Cina di oggi. Attraverso i loro discorsi più significativi, tradotti in italiano, si ripercorrono le tappe della storia della Cina contemporanea fino all’esplosione attuale: il “grande balzo in avanti” di Mao Zedong, il “socialismo dalle caratteristiche cinesi” di Deng Xiaoping, la “rivolta di Tienanmen” di Zhao Ziyang e infine il “sogno cinese” dell’attuale leader Xi Jinping. I discorsi dei leader cinesi sono brevemente introdotti, contestualizzati e commentati per dare al lettore i punti di riferimento essenziali. Un saggio introduttivo di Giulio Sapelli sul XIX congresso del Partito Comunista Cinese commenta gli ultimissimi sviluppi della politica cinese dominata da un leader spesso paragonato a Mao. Silenzio, parla la Cina! Ascoltate!

Autore

Niccolò Bianconi, fiorentino, ha studiato storia presso l’università di Firenze dove si è laureato nel 2016. Impegnato da anni nel settore della promozione culturale, ha prestato volontariato in biblioteche, musei e accademie. Negli ultimi anni si è interessato al mondo delle digital humanities e ha seguito un master di informatica umanistica presso l’Università degli studi di Siena. Attualmente è editor del goWare content team.

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn