Dalla parte di Lee. La vera storia della guerra di secessione americana

con uno scritto di Murray N. Rothbard

Alberto Pasolini Zanelli

con Leonardo Facco Editore, Storia

ebook 4,99 € | cartaceo 10,99 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | MondadoriStore

Descrizione

“Ho combattuto contro i nordisti perché credevo volessero strappare al Sud i suoi diritti più preziosi.”
Robert Edward Lee

Per quattro anni l’America sanguinò. La Guerra di secessione mise a ferro e fuoco gli Stati Uniti. Il presidente Lincoln, che non era mai stato un abolizionista, fece credere che la guerra civile fosse nata per la questione della schiavitù. Fu veramente così? Oppure fu il protezionismo industriale del Nord a mettere a repentaglio l’economia agricola del Sud e spingere gli stati verso la secessione? Il Nord combatteva per il progresso, il Sud per sopravvivere. Il Nord aveva le risorse, il Sud aveva un uomo: Robert E. Lee. Il generale che tenne in scacco per quattro anni la macchina militare-industriale di Lincoln. In queste pagine vengono ricordate le gesta dell’ultimo condottiero dell’Ottocento, il mito del generale a cavallo, baluardo e simbolo della resistenza tenace di una nazione.

Autore

Alberto Pasolini Zanelli, scrittore e giornalista, già inviato speciale di esteri e corrispondente dagli Stati Uniti per “Il Giornale” di Indro Montanelli, vive da più di trent’anni a Washington. Attualmente scrive per “Italia Oggi”.

Murray N. Rothbard (1926-1995) è stato un economista e filosofo politico americano. Allievo di Ludwig von Mises e interprete della Scuola Austriaca, è considerato uno dei maggiori teorici del pensiero libertario e anarco-capitalista. Tra le sue opere disponibili in italiano: La grande depressione (1963), Potere e mercato (1970), Per una nuova libertà (1973) e L’etica della libertà (1982).

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn