Fuori dal pantano del Vietnam

Pentagon Papers – Gli anni di Kennedy. Con scritti di Bertrand Russell, Vo Nguyen Giap, Kenneth Keniston

John Kenneth Galbraith

Politica e società, Storia

ebook 6,99 € | cartaceo 14,99 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | MondadoriStore

Descrizione

“Americani! La lotta del popolo del Vietnam è identica alla lotta dei coloni americani contro gli inglesi.”
Bertrand Russell

In appena 50 pagine John Kenneth Galbraith, uno dei maggiori intellettuale pubblici del suo tempo, delinea l’unica soluzione possibile al più grave problema della sua epoca: come uscire dal Vietnam. La sua lucida analisi muove da una tesi politica suffragata dalla storia dei movimenti di liberazione. Scrive: “In Vietnam non ci stiamo scontrando con i comunisti, ma col forte sentimento nazionale vietnamita. Siamo impegnati in una guerra che non possiamo vincere e che non dovremmo desiderare di vincere”.
Una tesi che lo portò a rompere con il presidente Lyndon Johnson a cui aveva scritto il discorso di insediamento.

Le conclusioni di Galbraith sono pienamente condivise da Bertrand Russell, un altro grande intellettuale pubblico. Nella sezione eXtra, presentiamo due interventi del premio Nobel per la letteratura che legittimano pienamente quel riconoscimento. Sempre nella sezione eXtra: un ampio estratto dai Pentagon Papers sulle colpe dell’amministrazione Kennedy e uno scritto del generale Giap sulle ragioni del Vietnam.

Un piccolo grande classico del pensiero politico alla sua massima potenza di fuoco.

Autore

John Kenneth Galbraith (1908, Iona Station/Canada – 2008, Boston) è stato un economista di primissimo piano: ha ripreso e sviluppato in maniera originale il pensiero di John Maynard Keynes per la critica al capitalismo avanzato. È stato un influente consigliere economico di Roosevelt, Kennedy, Clinton. Insieme a Marcuse è stato il pensatore più seguito dai movimenti di contestazione giovanile e pacifisti degli anni ’60 e ’70. La sua vasta bibliografia comprende testi che sono passati ormai alla storia dell’economia: Il capitalismo americano (1952), Economia e benessere (1959), Il nuovo stato industriale (1968), L’età dell’incertezza (1977), Anatomia del potere (1984).

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn