Descrizione

Una città della provincia lombarda è scossa da un crimine efferato: una giovane massacrata in casa.
Il caso è difficile. Un cronista di nera fa sua l’indagine, segue la pista della rivelazione del Male. Un sensitivo conferma l’intuizione.
Unico sospettato il fidanzato della vittima, sul quale si assommano indizi ma nessuna prova. Arrestato, è rilasciato subito.
Il caso assume rilevanza nazionale. Deciso a scoprire la verità, il cronista comprende di percorrere una strada seminata di droghe e sesso estremo. Ricostruisce la doppia vita del sospettato, membro di una congrega che si riunisce per sfogare istinti animaleschi. È questo l’ambiente che ha covato l’assassinio. Ma per esserne certi bisogna andare fino in fondo. Lo farà, fino a comprendere di non poter tornare indietro.

Pagina Facebook

Autore

Luigi Balocchi nasce il 30 giugno 1961 a Mortara (PV). Nel 2007 pubblica, per Meridiano Zero, Il Diavolo custode, romanzo sulla vita e le gesta del bandito Sante Pollastro; nel 2010, con Mursia, il romanzo Un cattivo maestro; nel 2014, per Divina Follia, la silloge poetica Appunti per la grande carestia. Ha scritto soggetto e sceneggiatura del cortometraggio Il Corpo alla finestra.

Ne parlano

«Luigi Balocchi ha creato un noir capace di mostrare la corruzione di una società, implacabile, ancorata alle proprie maschere … ma in cerca di occasioni per levarsele.» La bottega del giallo

«si resta comunque agganciati alla storia, incuriositi fino alla fine, apprezzando la qualità della scrittura e la indubbia capacità di tessere intelligentemente la trama della narrazione. Da leggere!» Marco Zanette su Rivista Fralerighe

«Un buon thriller maneggiato con buona tensione e ritmo che alla fine avvince e tutto sommato convince.» Raffaello Ferrante su Mangialibri

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn