L'immaginazione divertente. Il giallo, il rosa, il porno, il fumetto

Vittorio Spinazzola

eBook, In evidenza, Tirature

ebook 6,99 € | cartaceo 12,99 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | MondadoriStore

Descrizione

A scuola abbiamo scoperto la grande letteratura. Dante, Petrarca, Tasso e Manzoni sono alcuni degli autori che abbiamo studiato nei nostri libri di testo, diligentemente aperti sui banchi durante le lezioni. Tuttavia, celati negli zaini al riparo da occhi indiscreti (in primis quelli del professore), erano presenti libri di natura ben diversa: fumetti, avventure di intrepidi detective, racconti di amori impossibili e forse, perché no, anche qualche fascicolo dai contenuti più… piccanti.

Vittorio Spinazzola, in questa raccolta di saggi e interventi, vuole esplorare e spiegare al pubblico quest’ultimo universo letterario che molto spesso viene bollato (forse un po’ snobisticamente) come “letteratura di massa”.

Il viaggio in questo maremagnum comincia con i generi giallo e noir dove incontreremo integerrimi paladini della legge alle prese con delitti e misteri; a seguire il genere rosa con le sue storie di passioni e batticuori; più spiccatamente rivolto a una platea maschile è il genere pornografico dove al romanticismo è sostituita la pura gratificazione fisica; a conclusione del volume, il fumetto: partendo dalle cupe figure di Diabolik e degli altri maestri del crimine, l’itinerario si conclude in allegria con le avventure (o disavventure?) del povero Charlie Brown e dei suoi amici.

Autore

Vittorio Spinazzola, milanese di origini lucane, è uno dei massimi esperti italiani di sociologia della letteratura, di paraletteratura e dei generi letterari intesi come il luogo dove avviene l’innovazione. Dal 1970 insegna all’Università statale di Milano, dove è professore emerito di Letteratura italiana moderna e contemporanea. Prolifico saggista, i suoi contributi sono apparsi su numerose riviste di settore. Rilevante anche la sua attività di critico cinematografico.

Correlati





Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn