Rivoluzione digitale e disordine politico

Antonio Pilati

con Guerini e Associati Edizioni, eBook, In evidenza

ebook 8,99 € | cartaceo 16,50 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Feedbooks | Giunti al Punto | Google Play | Hoepli.it | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | Libreria Universitaria | MondadoriStore | Omnia Buk | TIMreading | Streetlib store

ordina il tuo libro

Descrizione

Da un quarto di secolo uno straordinario vento di innovazione sta trasformando in tutto il mondo la vita di miliardi di persone. Lo alimentano due processi epocali diversi, eppure legati da affinità e influenze reciproche: uno è la rivoluzione digitale che sovverte economia e società; l’altro è il crollo dell’ordine politico che dalla fine della seconda guerra mondiale dava stabilità alle relazioni internazionali. A prima vista poco o nulla li unisce: uno attiene allo sviluppo della tecnologia, l’altro alle complicate vicissitudini della politica. Tuttavia li lega una stretta dipendenza: il disordine politico di oggi deriva da premesse maturate negli ultimi vent’anni proprio grazie alle innovazioni della tecnologia: l’estensione dei mercati su scala mondiale, il potenziamento delle capacità organizzative, il cambio radicale dell’interazione sociale.

In questo libro l’Autore esamina per quali vie, in Occidente, un grande progresso tecnico si è tramutato in una drammatica crisi della politica.

Autore

Antonio Pilati ha diretto l’Istituto di economia dei media della Fondazione Rosselli ed è stato componente dell’Autorità Antitrust e dell’Autorità garante delle comunicazioni.

Di recente ha pubblicato: Europa sovranità dimezzata (ibl Libri), La guerra dei trent’anni (con Franco Debenedetti, Einaudi), Il legame spezzato (Ideazione).

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn