Un bosone da Ginevra

Silvia Pedicelli e Pietro Cornelio

eBook, Scienza

4,99€

Apple iBookstore | Amazon.it | Bookrepublic

Descrizione

Circa 2500 anni fa i maggiori pensatori greci cominciarono a chiedersi da che cosa è costituito il mondo. Esistono domande alle quali la scienza (e la filosofia) cercano da sempre di rispondere: com’è fatto l’universo? Quali sono le leggi che lo governano? Da cosa è composta la materia? Quali sono le forze che la muovono?

Questo e-book espone “come in un romanzo” la ricerca e la scoperta, avvenuta al CERN di Ginevra nel 2012, del bosone di Higgs, l'”inafferrabile” particella di Dio considerata il tassello mancante per dare un senso al modello che la fisica moderna ha della struttura intima della materia. Grazie alla chiarezza espositiva di questo testo – che però non trascura i necessari aspetti scientifici e tecnici – tutti possono comprendere (o quanto meno “intuire”) cosa sia un bosone; per spiegarlo occorre però partire dagli albori della fisica e ripercorrere i momenti più significativi della ricerca sulle particelle, passando per il funzionamento degli acceleratori, strumenti essenziali nella “caccia” alle nuove particelle subnucleari e ai complessi meccanismi quantistici che le regolano, fino ad arrivare a una sufficiente, ma non banale, esposizione del funzionamento di quella grande “macchina” che è il gigantesco acceleratore LHC al CERN.

Autore

Silvia Pedicelli è nata a Roma nel 1977. Si è laureata in fisica con indirizzo in Astrofisica e Fisica dello spazio presso l’università La Sapienza di Roma e ha conseguito il dottorato di ricerca in Astronomia all’università Tor Vergata. Ha lavorato per più di due anni presso l’istituto internazionale European Southern Observatory (ESO) con sede a Monaco di Baviera (Germania), sviluppando un progetto sugli effetti della metallicità sulla relazione Periodo-Luminosità delle stelle variabili Cefeidi. Ha inoltre partecipato a ricerche presso l’Osservatorio Astronomico di Roma (OAR) con sede a Monte Porzio Catone e con l’Università di Roma “Tor Vergata” con cui continua a collaborare ancora oggi. Ha pubblicato diversi articoli presso le più prestigiose riviste scientifiche tra cui Astronomy & Astrophysics (A&A) e consultabili online qui e qui.

Pietro Cornelio è ingegnere elettronico con particolare passione per la fisica, l’energia e la meccanica. Ha iniziato a interessarsi di scienze all’età di 11 anni. Dopo aver lavorato molti anni in centri di ricerca e multinazionali dell’elettronica e delle telecomunicazioni ha fondato una società di ricerca & sviluppo multidisciplinare, dove ha condotto studi e progetti su sistemi elettronici e software ad alta affidabilità, nuove forme di energia pulita da reazioni nucleari a bassa temperatura, carburanti ecologici, nuove tipologie di motori endotermici funzionanti con gas ricchi di idrogeno e nuovi materiali resistenti alle alte temperature. Attualmente sta lavorando a importanti progetti di ricerca nel campo energetico per costruire motori alimentati completamente da idrogeno cioè con acqua.

 

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn