Il racconto della mia endocrinologia. Esperienze di un medico e dei suoi pazienti

Giuseppe Chiumello

Salute e benessere

ebook 6,99€ | cartaceo 14,99€

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | MondadoriStore

Descrizione

L’endocrinologia è la scienza che studia gli ormoni prodotti dalle varie ghiandole endocrine e spiega molti aspetti significativi della vita, dal neonato al grande anziano. Gli ormoni, guidando il cammino dell’essere umano, influenzano lo stato d’animo, le sensazioni, gli stimoli sessuali e affettivi di ogni individuo. Ogni vita può essere raccontata dal punto di vista endocrinologico come un romanzo, che ricorda vicende qualche volta tragiche, qualche volta divertenti, ma sempre coinvolgenti. La storia dell’endocrinologia è la storia di tutti noi, di tutti gli esseri umani che ci hanno preceduti e che verranno. Questo libro tuttavia non è un “manuale di medicina” ma solo un racconto che parla di pazienti, genitori e medici. Proponendo non solo aridi casi clinici, Giuseppe Chiumello ci offre un testo che, illustrando alcune condizioni endocrinologiche, fa emergere la figura di un grande medico che ha cercato di decifrare il mistero dell’uomo.

Autore

Giuseppe Chiumello è presidente onorario della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. La sua attività di ricercatore e di clinico è iniziata presso l’Università di Pittsburgh negli usa e proseguita a Milano nell’Università degli Studi e poi nell’Università San Raffaele dove ha fondato e diretto la Clinica Pediatrica e il Centro di Endocrinologia dell’infanzia e dell’adolescenza. Ha realizzato una delle più ampie casistiche di molte malattie rare e impostato tra i primi in Italia percorsi avanzati di assistenza. Ha pubblicato centinaia di articoli sulle maggiori riviste scientifiche internazionali. Come professore ordinario di Clinica pediatrica e direttore della scuola di specializzazione in Pediatria ha formato generazioni di pediatri. Il Comune di Milano gli ha conferito l’Ambrogino d’oro per la sua attività scientifica e assistenziale.

Condividi su Facebook Twitter LinkedIn