iManifattura

La manifattura nella rivoluzione delle macchine

Giulio Sapelli (a cura di) con testi di: Pasquale Alferj e Alessandra Favazzo, Antonio Perfetti, Francesco Seghezzi, Chris Anderson e altri

Pamphlet

4,99 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Feedbooks | Giunti al Punto | Google Play | Hoepli.it | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | Libreria Universitaria | Media World | MondadoriStore | Omnia Buk | TIMreading | Streetlib store

ordina il tuo libro

Descrizione

La morte della manifattura nei paesi sviluppati è un disastro economico, sociale, oltreché politico. Come si può evitare di scrivere il suo necrologio? Semplice. Con la manifattura digitale. La manifattura digitale è il software che si materializza in oggetti, prototipi e stampi grazie alla sua capacità di manovrare macchine utensili intelligenti sempre più piccole e a buon mercato. Il cloud è l’infrastruttura su cui viaggiano i processi e i giovani tecnologici sono i nuovi artigiani. Così è nato il movimento dei makers, che affonda le proprie radici nella controcultura californiana che ha dato vita anche al personal computer. E adesso anche gli imprenditori delle pmi europee la stanno scoprendo. E i cinesi ne sono innamorati. In questo testo curato da Giulio Sapelli, che studia i produttori da oltre trent’anni, si cerca di fare il punto sulla manifattura digitale, sui suoi vantaggi e sui suoi pericoli. Con saggi di Pasquale Alferj e Alessandra Favazzo, Antonio Perfetti, Francesco Seghezzi, Chris Anderson, Evgenij Morozov. Buon viaggio nel futuro.

Autore

Giulio Sapelli, professore ordinario di Storia economica all’Università degli Studi di Milano ed editorialista del “Messaggero”, è una delle voci più originali e fuori dal coro tra gli economisti italiani. Intellettuale poliedrico, unisce storia, filosofia, sociologia e cultura umanista in uno stile personalissimo e profondo. Le ultime pubblicazioni sono CaosMed. Dall’ordine al disordine nel Mediterraneo e in Europa, e La cooperazione: impresa e movimento sociale, entrambi pubblicati da goWare.

Pasquale Alferj, sociologo e consulente editoriale, è coordinatore di “Equilibri”, rivista della Fondazione Eni Enrico Mattei.

Alessandra Favazzo, giornalista freelance è contributor della rivista “Equilibri”.

Antonio Perfetti, è amministratore delegato di mbda Italia, consorzio europeo costruttore di missili e tecnologie per la difesa.

Francesco Seghezzi, direttore di adapt University Press, è visiting scholar presso la Catholic University of America e visiting fellow alla Cornell University.

Chris Anderson, ceo di 3dRobotics, ex-direttore di “Wired” è autore di bestseller come La coda lunga, Gratis e Makers, la nuova rivoluzione industriale.

Evgenij Morozov sociologo, giornalista e autore, è uno dei più accreditati portavoce della tendenza tecnoscettica che critica il trionfalismo ingenuo dei tecnottimisti. Trai suoi lavori L’ingenuità della rete e Contro Steve Jobs.

Condividi su Facebook Twitter LinkedIn