Milano e le sue rotte obbligate. Le acque che ci tocca navigare

Appunti per una cittadinanza sostenibile

Fiorenzo Galli

con Guerini e Associati Edizioni, Libri

ebook 5,99 € | cartaceo 8,50 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Feedbooks | Giunti al Punto | Google Play | Hoepli.it | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | Libreria Universitaria | MondadoriStore | Omnia Buk | TIMreading | Streetlib store

ordina il tuo libro

Descrizione

Le rotte di cui si parla in questo libro sono quelle tracciate dalla vocazione internazionale di Milano. L’esperienza di Expo ha fatto non solo ritrovare alla città il suo ruolo di guida del Paese, ma ha esaltato la sua attrattività verso il mondo, lanciandola stabilmente nel marketing urbano globale: dopo il decennio di Barcellona e poi quello di Berlino, ci sono così tutte le condizioni per puntare ad avere un decennio di Milano come città-mondo. Questa possibilità è a portata di mano. Deve però fare i conti con le emergenze dell’oggi, che qui sono sinteticamente, ma efficacemente, annotate.

Autore

Fiorenzo Galli – Milanese, sposato con due figli, nasce in una famiglia di imprenditori. Ufficiale degli Alpini e con un passato sportivo, dopo un periodo come Segretario Generale della Fondazione Milano per la Scala (dove realizza il Digital Asset Management e il primo sito web del Teatro), passa poi al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia che trasforma in una eccellenza europea (il sottomarino Toti è arrivato a Milano con la sua direzione). È molto apprezzato in Europa per la sua fertile attività a favore di uno sviluppo permanente dei rapporti tra cultura, impresa e innovazione: è stato membro per diversi anni del Board di ecsite (Associazione di oltre 450 Musei Scientifici e Science Centre Europei). Più recentemente partecipa al think tank dei 4 principali Musei tecnico-scientifici europei, con Deutsches Museum di Monaco, Science Museum di Londra e UniverScience di Parigi. Forti relazioni anche con usa, Cuba, Corea, Giappone, Sudafrica e Iran. Ha ricevuto il Premio cultura + impresa 2015.

Condividi su Facebook Twitter LinkedIn