Neuroscienze e intelligenza emotiva

Come cambiare le organizzazioni a partire dal nostro cervello

Furio Bartoli

con Guerini Next, Libri

ebook 19,99€ | cartaceo 28,00€

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | MondadoriStore

Descrizione

Inserita tra le prime competenze richieste dal World Economic Forum, ricercata dai recruiter e incoraggiata dalle imprese, l’intelligenza emotiva è un fattore di successo molto più determinante rispetto all’intelligenza razionale, quella misurata dal fatidico QI. Che le emozioni giochino un ruolo decisivo nei nostri processi mentali è cosa ormai risaputa. Ma se è noto che ciascuno di noi ha due cervelli, razionale ed emozionale, che lavorano in sintonia, il dato eclatante è un altro: nel corso di una normale giornata, per il 90% del tempo siamo gestiti dal nostro cervello emozionale. Saper governare le relazioni e i conflitti, controllare le proprie emozioni, entrare in sintonia con i colleghi, fare squadra, affrontare il cambiamento, trovare la giusta motivazione, stimolare creatività e innovazione, star bene con se stessi e con gli altri… In un’epoca in cui i confini tra la vita e il lavoro si fanno sempre più incerti, non stupisce che proprio le competenze riconducibili all’intelligenza emotiva siano quelle più richieste da società di selezione e responsabili HR. Partendo dai recenti studi nel campo delle neuroscienze, questo saggio, chiaro e ricco di esempi, offre utili suggerimenti su come è possibile cambiare noi stessi e le organizzazioni di cui facciamo parte, attraverso un ventaglio di skill strategiche per favorire la crescita personale e professionale.

Autore

FURIO BARTOLI (Trieste, 1957), laureato in Ingegneria dei sistemi, con specializzazione in Ingegneria biomedica e master in Counseling ad indirizzo analitico-transazionale, opera da molti anni nel settore della consulenza direzionale presso aziende private ed enti della pubblica amministrazione, occupandosi in particolare di controllo strategico, sviluppo del patrimonio intangibile, analisi del valore e sviluppo delle risorse umane. Negli ultimi anni la sua attività di ricerca si è focalizzata sulla responsabilità sociale d’impresa, lo sviluppo sostenibile e l’innovazione tecnologica. È partner e cofondatore di iBeHuman, società di consulenza strategica per lo sviluppo di progetti di social innovation e sostenibilità.

Condividi su Facebook Twitter LinkedIn