Perché falliscono le banche

Lo scontro tra capitalismo e società

Paolo Perulli

Pamphlet

ebook 4,99 € | cartaceo 9,99 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | MondadoriStore

ordina il tuo libro

Descrizione

Perché falliscono le banche in Italia? E perché soprattutto a Vicenza, Siena, Treviso, Arezzo, Ferrara, Chieti, Iesi, in Veneto, Emilia, Toscana, Marche? Si tratta di società locali che avevano costruito nel tempo solide reti imprenditoriali e di capitale sociale grazie a un rapporto virtuoso tra banche ed economia locale. Per questo l’intera economia locale è oggi colpita dall’impatto delle crisi finanziarie sul debito dei risparmiatori. Per questo è essenziale capire le cause delle crisi e trovare rimedi per il futuro. Questo libro ha due scopi. Il primo è spiegare la crisi finanziaria con la storia dell’economia e della classe media patrimoniale, con il ruolo del management bancario nella finanziarizzazione, e con il fallimento delle élite locali. Il secondo è indicare come società locali, famiglie e imprese possono riprendersi dalla grave crisi di fiducia e ripartire con forze e strumenti nuovamente affidabili di risparmio e investimento.

Autore

Paolo Perulli professore ordinario di sociologia economica, dirige il master in sviluppo locale nell’Università del Piemonte Orientale. Ha insegnato al mit e all’Université de Paris Sud. È stato consulente di ocse, Ministero del Tesoro, miur, di Regioni, Comuni e Camere di Commercio. Ha scritto La crisi italiana nel mondo globale (Einaudi 2010), Il Dio contratto (Einaudi 2012), Nord. Una città-regione globale (Il Mulino 2012) e The Urban Contract. Community, Governance and Capitalism (Routledge 2017).

Condividi su Facebook Twitter LinkedIn