L’editoria italiana nell’era digitale

Tradizione e attualità

Accademia della Crusca - A cura di Claudio Marazzini

eBook, goWare & Accademia della Crusca

9,99€

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Feedbooks | Google Play | Hoepli.it | IBS.it | InMondadori | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | Libreria Universitaria | Media World | Omnia Buk | TIMreading | Ultima Books

ordina il tuo libro

Descrizione

L’e-book celebra la grande tradizione del libro italiano: si apre con la storia del libro italiano dalle origini della stampa ai giorni nostri (G. Chiarle); una carta mostra i luoghi in cui  fiorirono le prime tipografie (F. Sabatini); F. Malaguzzi descrive alcune splendide rilegature d’arte, mentre L. M. Sebastiani si sofferma sulle iniziative per la catalogazione e la rivitalizzazione delle biblioteche nazionali e M. Biffi illustra la biblioteca digitale dell’Accademia della Crusca. C. Marazzini presenta dieci grandi opere italiane nate all’estero, mentre L. Tomasin esamina l’editoria italiana in Svizzera. E. Lanfranchi affronta il ruolo storico e futuro dei vocabolari con interviste ai maggiori lessicografi italiani. Chiude l’opera il glossario su Le parole del libro (a cura di A. Musazzo).

Autore

Claudio Marazzini, professore ordinario di Storia della lingua italiana nell’Università del Piemonte Orientale, ha insegnato nelle università di Macerata, Udine e Losanna. Tra le sue pubblicazioni vi è la più ampia storia dei vocabolari italiani fino ad ora realizzata (L’ordine delle parole. Storia di vocabolari italiani, Bologna, il Mulino, 2009). È autore di manuali generali dedicati alla storia linguistica italiana: La lingua italiana. Profilo storico e la Breve storia della lingua italiana, entrambi usciti presso il Mulino di Bologna, il secondo tradotto in tedesco nel 2011 (ed. Stauffenburg). Dal 1990 è titolare della rubrica “Parlare e scrivere” del settimanale “Famiglia cristiana”. È condirettore della rivista “Lingua e stile”. Membro dell’ASLI e della SIG, socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino, dal 2014 è presidente dell’Accademia della Crusca.

Ne parlano

 

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn