Il ragazzo ombra

Diario vittoriano vol.1

Laura Costantini

eBook, Historia, In evidenza, Narrativa - Pesci Rossi

ebook 4,99 € | cartaceo 12,99 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | MondadoriStore

ordina il tuo libro

Descrizione

Robert Stuart Moncliff è un romanziere e un ritrattista affermato. Nell’autunno del 1901 chiuso nel castello di famiglia, su una scogliera scozzese, rilegge il diario degli ultimi vent’anni. Un’assenza pesa su di lui: la persona più importante della sua vita. Un tredicenne dagli incredibili occhi d’oro apparso come un’ombra, sotto la luna piena nell’aprile del 1881. Nella lettura Robert rivive la gioia passata, unica cura per superare il giudizio della società vittoriana che ora lo condanna. Il ragazzo ombra è il primo episodio della serie Diario vittoriano.

Vincitore dell’ottava edizione del Liberi di scrivere Award: 1° POSTO come miglior edito del 2017

ebook trailer

Autore

Laura Costantini è romana, giornalista e scrittrice. Scrive da sempre in coppia con Loredana Falcone. Ha deciso di dar voce da sola a una nuova serie di romanzi: idea nata molti anni fa. Il ragazzo ombra è il primo titolo della serie. Ha già trovato ottimi riscontri in rete, come edizione 2.0 dello storico feuilleton. Con Loredana Falcone ha già pubblicato Il puzzle di Dio e Ricardo y Carolina, per goWare.

Ne parlano

«Non posso che consigliare vivamente questo libro e la serie di cui è solo l’inizio: fa riflettere, fa emozionare, fa sognare. E, anche se un pochino in anticipo, lo nomino mio personale “Libro dell’estate 2018”. Io, chiaramente, passerò l’estate a leggere il sequel, intitolato “Lord Kiran di Lennox”.» Luca Terlizzi su Storie per un piccolo pianeta

«Laura Costantini, giornalista e scrittrice romana, dà vita con questo romanzo riuscito, semplice, un classico ma originale feuilleton storico però fresco e attuale, chiaro, raffinato, profondo, leggibile, ricco di chiavi di interpretazione, mai ridondante, banale o noioso, ben caratterizzato per quel che concerne ambienti e personaggi, a una storia umana, coinvolgente, interessante.» Gabriele Ottaviani su Mangialibri

☛ Cosa vuoi comunicare con il tuo “Il ragazzo ombra”?
☞ La forza dei sentimenti che nascono nelle menti ancora immuni dal pregiudizio e dalle convenzioni. L’errore insito in ogni forma di discriminazione. Il diritto di amare senza limiti imposti dalle regole di una società che non accetta chi si pone in modo diverso. Intervista a Laura Costantini su Peccati di Penna

«Il ragazzo ombra è certamente un libro capace di destare interesse nel lettore: racconta una porzione storia in modo puntuale e preciso, ma consente di indagare i dilemmi sociali sulla forza che a volte certi rapporti generano, quando riescono a travalicare i confini sociali. […] Di sicuro si tratta di un’esperienza di lettura originale e confortante, da dedicare a chi non vuole limitarsi a una storia semplice, ma predilige approfondire non solamente le vicende ma i risvolti sociali» Il gatto Zorba su La stamberga dei lettori

«Laura Costantini sa scrivere, e lo sa fare bene qualunque sia il genere in cui si sta cimentando. Ne “Il ragazzo ombra”, primo libro della serie Diario Vittoriano, il lettore è trasportato indietro nel tempo, in una terra antica, affascinante e a tratti inquietante, dove bellezza e bruttura sono le due facce della stessa medaglia: l’India.» Sololibri.net

«Adoro la scrittura di Laura Costantini, elegante e soprattutto ricercata. I personaggi mi sono piaciuti tutti, sono ben caratterizzati, anche quelli con poco campo d’azione. La particolarità di questo romanzo non sta solo nella trama ma anche nella composizione. Riesce a suscitare forti emozioni, con uno stile delicato ed elegante.» Video rensione sul canale YouTube di Stefania Siano – Cricche Mentali

«Sono bastate poche pagine per ritrovarmi completamente avvinta alla storia, per essere trascinata nella lontana India di fine ottocento a fianco dei due protagonisti, Robert e Kiran, a soffrire e a gioire con loro, a volergli far sentire la mia amicizia, il mio appoggio, la mia vicinanza. E’ una storia intensa che coinvolge e sconvolge, una storia che parla di amicizia, amicizia vera, profonda, quella che dura per sempre anche se non ci si frequenta, quella per cui daresti la vita se necessario.» librialcaffe.blogspot.it

«Una scrittura limpida, scorrevole, versatile: capace di adattarsi alla sua storia, piegandosi al dolore dei personaggi maschili, allo struggimento della protagonista femminile, seguendoli come una linea di contorno che ne tratteggia le forme e ne tiene insieme i destini.» libroguerriero.wordpress.com

Ho notato un grande apprezzamento, autentico, spontaneo da parte dei tuoi lettori. Come hai coltivato questo legame privilegiato? Ricevi molte lettere, mail, messaggi da parte dei tuoi lettori?
☞ “Sì. Ed è la cosa più bella del mondo. Mi scrivono su messenger, su whatsapp, mi mandano e-mail e dicono cose bellissime che stento a credere siano rivolte a me. Se, alla fine, della mia narrativa si perderà ogni traccia, io avrò comunque avuto la prova di aver saputo suscitare emozioni. E credo che il mio compito di cantastorie sia questo e nessun altro.” Intervista a Laura Costantini su Liberi di scrivere

Cosa ne pensi della famosa frase: “Un libro non si giudica dalla copertina?”. Sei d’accordo?
☞ «Sono più che d’accordo. Non ho mai comprato un libro per la copertina. Ma mi dicono che io non faccio testo, che sono un caso a parte. Per questo per la serie “Diario vittoriano“, di cui “Il ragazzo ombra” è il primo volume, ho voluto puntare molto sulle suggestioni visive.» Intervista a Laura Costantini su il blog incompagniadiunapenna.com

Ci sarà sicuramente un aneddoto divertente legato alla stesura del tuo romanzo. Raccontaci un po’ del lato comico legato al tuo libro o magari legato alle tue prime presentazioni davanti a un pubblico.
☞ «Riveliamolo al mondo: ce n’è uno in ogni presentazione. Chi? Il “tipo strano”. Un raro esemplare di una razza praticamente estinta: il lettore che frequenta le presentazioni. Quando ho presentato “Il ragazzo ombra” a Milano, nella libreria Cultora, il “tipo strano” si è manifestato sotto forma di anziano signore azzimato. Comincia la presentazione e la relatrice, Federica Soprani, scrittrice di grande valore che vi invito a scoprire, introduce il periodo storico in cui si svolge il romanzo. L’anziano signore alza la mano come un bravo scolaretto, ma gli occhi dardeggiano.» Intervista a Laura Costantini sul blog leggendoinsieme.blogspot.it

 

Correlati




Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn