Ricardo y Carolina

Laura Costantini e Loredana Falcone

eBook, In evidenza, Narrativa - Pesci Rossi, Rosa

4,99 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Feedbooks | Giunti al Punto | Google Play | Hoepli.it | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | Libreria Universitaria | Media World | MondadoriStore | Omnia Buk | TIMreadingStreetlib store

ordina il tuo libro

Descrizione

Abbandonare l’Italia e un pretendente in grado di garantirle un futuro nell’aristocrazia della Milano del XIX secolo. Questa è la scelta di Carolina. Rifiutare le convenzioni, inseguire la libertà. Anche di raccontare il mondo sulle pagine di un giornale. Per se stessa e per il Messico di Benito Juárez affronta l’oceano, le diffidenze, i nobili bigotti e reazionari, la monarchia asburgica, la tirannia francese. Per sentirsi parte della lotta dell’uomo che ha scelto di avere accanto, rinuncia a gioielli e crinoline e veste i cenci della revolución. Carolina è figlia del Risorgimento, decisa a rischiare vita e onore in nome di un’idea di emancipazione che precorre i tempi. Ha dalla sua la forza della verità e dell’amore. Per la libertà. E per l’unico uomo che è riuscito a rubarle il cuore.

Vincitore del premio miglior “Storia originale” della seconda edizione del premio letterario Amarganta

Su Pinterest

Su goodreads

su Facebook

Autore

Laura Costantini nasce in una borgata romana da padre portalettere e madre casalinga. Ma i limiti insiti in questa condizione non la spaventano. A otto anni inizia a scrivere storie, che illustra di sua mano. A undici decide che la sua scrittura sarà di fantasia ma anche di realtà: il giornalismo è il suo obiettivo professionale. Raccontare storie resta una passione che condivide con Loredana Falcone, senza mai offrirsi all’ansia della pubblicazione a tutti i costi. Giornalisticamente nasce con la carta stampata periodica, poi approda alla tv pubblica dove a tutt’oggi lavora presso la testata giornalistica regionale. Approdare alla pubblicazione di numerosi romanzi è una naturale conseguenza della tenacia nel continuare a scrivere narrativa. Non ama le classificazioni, spazia tra i generi. Ha un debole per le protagoniste.

 

Loredana Falcone, nata nella parte più vera di Roma e in una famiglia che, da parte di madre, affonda le radici tra i protagonisti del Risorgimento romano, ha coltivato la passione per la ricerca storica fino alla laurea. La scrittura entra a far parte della sua vita in tenera età, ma trova espressione nel sodalizio umano e professionale con Laura Costantini che incontra sui banchi del liceo classico. Creando quello che ama definire “duo scrittorio”, inconsapevole di quanta incredula curiosità la loro scrittura a quattro mani saprà creare nei lettori e negli addetti ai lavori. Intanto vive, ama, cresce due figli e pubblica numerosi romanzi senza mai accettare vincoli di genere. Dal romanzo storico al giallo al mistery con un unico comune denominatore: l’importanza delle figure femminili.

Pagina facebook delle autrici

Blog delle autrici

Ne parlano

«Ne consiglio la lettura alle appassionate del genere, distese su un’amaca, nel dondolio frusciante del fogliame, predisponendosi a languori romantici che potrebbero sminuire fino all’annichilimento i poveri uomini all’orizzonte.» Cinzia Sposato su Mangialibri

«Ricardo y Carolina è un libro in grado di soddisfare le aspettative dei palati più fini e di un pubblico vasto ed eterogeneo che gli darà senza dubbio il risalto e il seguito che merita.» sul blog di Francesca Montomoli

«Queste pagine rapiscono il lettore, lo portano in un’epoca di grandi ideali e grandi delusioni, regalano atmosfere esotiche e, mi permetto di citare una riga, “la gioia di aver vissuto tutto questo”.» Francesco Giubilei su Cultora

D: E questa eroina senza macchia e senza paura quante volte sviene tra le braccia forti di don Ricardo?
R: Neanche una. Anzi, gli dà parecchio filo da torcere con le sue iniziative e le sue idee. È una donna che non sopporta il ruolo passivo assegnato al genere femminile, soprattutto in un’epoca di grandi aspirazioni e rivolte com’è stato il XIX secolo.
D: Volete dire che non soccombe alla passione?
R: Al contrario. Prende lei l’iniziativa… ThinkPink Magazine intervista Laura Costantini e Loredana Falcone [pagina 6-7] [pagina 8-9]

«[…] la storia complicata ma anche piena di arrendevole devozione viene descritta dalla penna mirabile di Laura e Loredana in maniera impareggiabile e – opinione mia – è un piccolo capolavoro di scrittura e passionalità resa a parole.» Amneris Di Cesare sul blog Sono solo scarabocchi

«Questa non è una semplice storia d’amore. È quella di un popolo che aspira alla libertà e al rispetto. È la guerra, fatta con la spada e il fucile. È la difesa del proprio nome in un duello d’onore. È il tradimento, fatto per salvarsi la pelle o per una borsa di denaro. La revolución è pericolosa. Possiede, usurpa, uccide. Non ha limiti. Chi è il punto debole? Chi dimostra invece un carattere speciale? Lo scoprirete.» Federica Belleri su Libroguerriero

Correlati


Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn