Denaro e Libertà. Valore e importanza della vera moneta del popolo

Ayn Rand

eBook, Filosofia, In evidenza

ebook 4,99 € | cartaceo 8,99 €

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | MondadoriStore

ordina il tuo libro

Descrizione

La visione di Marx, secondo cui nelle relazioni economiche di mercato si configura lo sfruttamento, è del tutto rigettata da Ayn Rand. Sul denaro, straordinario mezzo di scambio, scrive: “Commerciare per mezzo del denaro è il codice degli uomini di buona volontà. Il denaro poggia sull’assioma che ogni uomo è il proprietario della propria mente e dei propri sforzi. Il denaro non consente di stabilire il valore dei nostri sforzi a nessun potere superiore, ma solo alla scelta volontaria dell’uomo disposto a commerciare in cambio dei suoi sforzi. Il denaro ci permette di ottenere per i nostri prodotti e per il nostro lavoro quello che valgono per gli uomini che li acquistano, non di più. Il denaro non permette alcun affare all’infuori di quelli a beneficio reciproco secondo il libero giudizio dei contraenti. Il denaro ci impone il principio che gli uomini devono lavorare per il proprio benessere, non per la propria sofferenza, per guadagnare, non per rimetterci”. Per questo il denaro è libertà.

Autore

Ayn Rand O’Connor (Alisa Zinov’evna Rozenbaum) è nata a San Pietroburgo il 2 febbraio 1905 ed è morta a New York il 6 marzo 1982. È stata scrittrice, filosofa e sceneggiatrice. Noi vivi, La fonte meravigliosa e La rivolta di Atlante (ancora oggi uno dei libri più venduti in America) sono le sue opere più importanti. La Rand è fondatrice della corrente filosofica dell’oggettivismo e sostenitrice dell’individualismo e dell’egoismo razionale, da lei inteso come la più naturale e importante delle virtù umane, in quanto consiste nel cercare il proprio bene senza arrecare danno agli altri.

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn