Ucraina, anatomia di un terremoto

Come la fragile politica estera dell'Unione Europea ha scatenato la Russia di Putin, svegliato Obama e la Nato e rafforzato il ruolo della Cina

Sergio Cantone e Orietta Moscatelli

eBook, In evidenza, Istantanee

2,99€

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Cubolibri | EbookizzatiGoogle Play | Hoepli.it | IBS.it | InMondadori | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | Libreria Rizzoli | Libreria Universitaria | Media World | Ultima Books

ordina il tuo libro

Descrizione

Che cosa sta succedendo in Ucraina? Una riedizione delle guerre jugoslave o un confronto tra le grandi potenze in stile guerra fredda? Intanto ci sono centinaia di morti in combattimento come non accadeva in Europa dai tempi delle guerre nei Balcani. Proteste di piazza, maldestri interventi delle forze antisommossa, la contestazione che diventa guerra civile. Da Maidan, la piazza dell’Indipendenza di Kiev che ha cambiato tutto in un paio di giornate violente, al colpo di mano di Putin in Crimea, al conflitto armato nell’Est ucraino.

In questo saggio conciso, che si può leggere nel tempo di un episodio del Trono di spade, Moscatelli e Cantone, due giornalisti specializzati nella realtà dell’Europa dell’Est (Cantone vive a Kiev), descrivono le ragioni e le fasi cruciali della crisi in Ucraina, un conflitto complesso, che vede scontrarsi opposti nazionalismi, diversi valori, aspirazioni e interessi. Un terremoto geopolitico che ha spiazzato Bruxelles e sta cambiando gli equilibri internazionali. Tutta la placca tettonica euro-russa è in movimento. Dobbiamo prepararci a un sisma globale?

 

Autore

Sergio Cantone è un giornalista. Vive e lavora a Kiev come responsabile dell’ufficio Europa orientale della televisione Euronews. Ha viaggiato in lungo e in largo per l’Ucraina e ha seguito tutti gli eventi legati alla rivolta di Maidan, dalle prime proteste di novembre al massacro di febbraio. Ha coperto tutte le fasi dell’annessione della Crimea da parte dei russi e la guerra civile nell’Est del Paese. Tra il 2002 e il 2011 è stato corrispondente a Bruxelles. Ha osservato le fasi dell’allargamento dell’Ue all’Europa centrale e orientale e la politica di vicinato con i Paesi post-sovietici.

Orietta Moscatelli è una giornalista specializzata sui fatti della Russia, del Caucaso, e dell’Europa dell’Est in generale. Laureata in lingue e letterature straniere all’Università Ca’ Foscari, ha vissuto a Mosca dal 1990 al 1995, lavorando per “Il Messaggero” e altre testate. Poi Londra e Lione. Ora è caporedattore esteri e responsabile del desk Nuova Europa ad AskaNews, l’agenzia nata dalla fusione di Tmnews e Asca. Collabora con “Limes” e il servizio russo della BBC. È membro del Valdai Club, circolo internazionale di esperti di Russia.

Ne parlano

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn