Uno contro tutti

La sfida del Movimento 5 Stelle

Carlo Baccetti

Politica e società

2,99€

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Cubolibri | Ebookizzati | Google Play | InMondadori | Kobobooks | LaFeltrinelli | Libreria Rizzoli | Media World | Omniabuk | Ultima Books

Descrizione

Come si è formato il “non partito” di Beppe Grillo? Chi sono i 163 grillini che hanno invaso il Parlamento fra la sorpresa, l’irritazione e lo sconcerto degli altri, della “casta dei politici tutti uguali” ma anche della gran parte dei media, che fanno il tifo perché il Movimento si divida e si autodistrugga prima possibile? Cosa stanno facendo e cosa faranno, ora che sono entrati nei Palazzi del potere? Riusciranno ad aprirli come una scatoletta di tonno – questo hanno promesso – per far vedere a tutti cosa c’è dentro? E poi, i grillini riescono davvero a stare sui banchi di Camera e Senato da cittadini qualunque e non da “onorevoli”, davvero sono lì soltanto per fare i portavoce dei cittadini che sono fuori dal Palazzo? E la rivoluzione politica promessa e permessa dalla Rete secondo Grillo e Casaleggio, insomma la democrazia diretta, riescono a metterla in pratica?

Questo ebook breve, che si può leggere nel tempo di un talk show, cerca di rispondere a queste e altre domande sul Movimento 5 Stelle. Per capire se sta mantenendo le promesse e per capire quali problemi e quale futuro ha davanti. Intanto, una scommessa il M5S l’ha già vinta, tra lo sgomento di tutti gli altri partiti: ha dimostrato che si possono ottenere quasi nove milioni di voti e uscire vincitori dalle elezioni praticamente senza un soldo, né di finanziamento pubblico né di grandi donatori privati.

Un’ampia sezione di infografica completa questa proposta.

Autore

Carlo Baccetti è professore associato di Scienza politica presso la Scuola di Scienze politiche “Cesare Alfieri” dell’Università di Firenze, dove è attualmente presidente del Corso di laurea in Servizio sociale. Ha insegnato nell’Università Autonoma di Barcellona e nell’Università di Catania; ha svolto attività di ricerca e di insegnamento presso l’Institut de Ciències Politiques i Socials (ICPS) di Barcellona. È redattore capo dei “Quaderni dell’Osservatorio elettorale”. Si occupa prevalentemente di partiti politici, culture politiche, elezioni e politica locale.

Fa parte di reti di ricerca internazionali sulle trasformazioni della politica locale in Europa, promosse dal Centre per la Innovació Local (CIL) di Barcellona e dall’Institut für Politikwissenschaft dell’Università di Darmstadt.
Tra le sue pubblicazioni recenti: I postdemocristiani, Il Mulino, 2007; La nuova politica locale, UTET, 2008; The Third Pole: an Annus Mirabilis?, in “Italian Politics 2010”, New York-Oxford 2011; Italy, in The Second Tier of Local Government in Europe, Londra-New York, 2011; Il popolo in Comune. Politica e amministrazione a Empoli dal 1946 al 1980, Pacini, 2011.

Condividi su Facebook Twitter Google LinkedIn