Grey’s Pride Detox

Come vivremo senza Grey's Anatomy

Claudia Riconda

Cinema e Performing art, Libri

ebook 4,99€ | cartaceo 9,99€

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | LaFeltrinelli.it | MondadoriStore

Descrizione

Tutti noi specializzandi speriamo che Grey’s Anatomy non finisca mai. Seriously: mai. Ma quel giorno prima o poi arriverà. Shonda (C)Rhimes una mattina si sveglierà con le palle girate, o Ellen Pompeo avrà preso una multa per divieto di sosta, e gli staccheranno la spina. Tanto vale prepararci fin da ora. Catapultarci nel futuro e accettare l’invito del dottor Webber, coordinatore del programma detox, che ci ha riunito nel Palasport di Seattle al maxi meeting, stile alcolisti anonimi, dei tossicodipendenti di Grey’s. Strutturati vecchi e nuovi, specializzandi, pazienti deceduti, migliaia di matricole tv. Siamo tutti qui in attes… Scusate, ma mi stanno chiamando sul palco.

Autore

Claudia Riconda è nata a Firenze e ha lavorato per trent’anni a “Repubblica”. Dei suoi reportage sono uscite due raccolte: Le vite nuove. Storie da un’altra Italia (Limina, 2004, prefazione di Margherita Hack) e Forte vento laterale (goWare, 2016). È autrice di romanzi e racconti. Per goWare sono usciti Grey’s Pride. Così Grey’s Anatomy ci ha cambiato la vita (2015 versione italiana, 2016 english edition, e audiolibro letto da Giuppy Izzo, doppiatrice italiana di Meredith Grey), Una 50 Special rossa (2017), e Io esiste. Ma non vive a Bruxelles (2018). Scrive documentari per cinema e tv.

Correlati





Condividi su Facebook Twitter LinkedIn