Guida alla lettura. Come leggere (e amare) un classico

Giorgio De Rienzo

Tirature

ebook 6,99€ | cartaceo 14,99€

In promozione su IBS a soli € 1,99

Acquista ora
 

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | MondadoriStore

Descrizione

“Vorrei cercare di aiutare il lettore ad accostarsi a quello che si definisce un ‘classico’ senza altro timore reverenziale, se non quello che dovrebbe essere sempre presente in chi si avvicina a un libro, con il desiderio di conoscerlo davvero.” Con queste parole Giorgio De Rienzo introduce la sua analisi di alcuni dei grandi classici della letteratura italiana, dalla Divina Commedia al Decameron, da I Promessi Sposi a Le avventure di Pinocchio. La sua Guida ci insegna come smontare e rimontare un testo per analizzarlo in profondità, attraverso una metodologia che non solo ci aiuta nello studio dei mostri sacri della letteratura, ma ci fa riflettere sul vero significato della lettura stessa. “La lettura di un libro si può legittimamente assimilare a una storia d’amore perché il leggere, se è riflessivo, comporta un incontro e un’intensa frequentazione”, scrive l’autore. “E una storia d’amore è sempre, o meglio dovrebbe essere sempre, di per sé, un’avventura della conoscenza.”

Autore

Giorgio De Rienzo è nato a Torino e morto nella sua città il 23 Luglio del 2011. È stato docente di Letteratura italiana moderna e contemporanea presso le Università di Torino e del Piemonte Orientale. Penna storica e nobile del “Corriere della sera”, ha riversato anche in articoli e rubriche l’eclettismo dei numerosi saggi e romanzi. Il suo Forum “Scioglilingua” tenuto quotidianamente per anni sul corriere.it lo ha fatto riconoscere nel mondo come “sentinella della lingua italiana”. È uno dei più importanti esperti di Alessandro Manzoni. In quest’opera De Rienzo guida il lettore all’incontro con Dante e Petrarca, Boccaccio e Manzoni, Leopardi e Collodi.

Ne parlano

Leggere tutti 23/07/2021 |A 10 anni dalla sua scomparsa, Giorgio De Rienzo ci insegna ancora come amare i classici

Correlati


Condividi su Facebook Twitter LinkedIn